Storia del Gruppo

Lo Scoutismo arriva a Colleferro per la prima volta nel 1950, grazie all'iniziativa di Don Vincenzo Caratelli e del dottor Milana, che iniziano le attività principalmente con il Reparto (ragazzi tra i 12 e i 16 anni) nella Parrocchia di Santa Barbara. Il Gruppo viene aperto e chiuso in varie riprese, fino al 1960, quando è definitivamente riaperto da Roberto Canali e finalmente viene anche iscritto ufficialmente alla maggiore associazione maschile dell'epoca, l'ASCI (Associazione Scout Cattolici Italiani).

Di seguito una scansione temporale degli avvenimenti più importanti della nostra storia:
1962: viene aperto anche un altro Gruppo nella Parrocchia dell'Immacolata, ma l'esperienza durerà solo pochi anni.
1970: è ufficializzata l'apertura del movimento femminile, iscritto all'AGI (Associazione Guide Italiane).
1973: il Gruppo passa dalla Zona di Roma a quella di Frosinone.
1974: avviene la fusione a livello nazionale tra ragazze e ragazzi ed il Gruppo entra a far parte della nuova Associazione mista, l'AGESCI (Associazione Guide E Scouts Cattolici Italiani).
1979: la Comunità Capi partecipa al Campo Nazionale dei Capi.
1980-81: il Gruppo partecipa alle operazioni di aiuto per il terremoto in Irpinia.
1982: viene ritentata l'avventura nella Parrocchia dell'Immacolata, con la nuova apertura del Colleferro 2. Anche stavolta, purtroppo, il nuovo Gruppo chiude dopo pochi anni, nel 1986.
1983: il Reparto partecipa al Campo Nazionale, insieme ad altri 15.000 scouts e guide.
1985: vengono celebrati i 25 anni dello Scoutismo a Colleferro.
1993: il Gruppo passa dalla Zona di Frosinone alla Zona Castelli Romani, di cui è tuttora parte. Inoltre, a causa dello scarso numero di educatori, viene presa la decisione di chiudere il Branco e continuare a puntare sui ragazzi del Reparto e del Clan.
2000: viene organizzata e gestita insieme al Comune e alla Diocesi l'ospitalità di 1000 pellegrini stranieri, venuti in Italia per il Giubileo, nelle scuole di Colleferro.
2003: dopo 10 anni dalla chiusura, viene finalmente riaperto il Branco, sfruttando i nuovi ingressi in Comunità Capi (gli stessi ragazzi su cui si era deciso di puntare 10 anni prima e qualche altra aggiunta). Dopo tanto ritornano i lupetti a Colleferro!
2004: il Gruppo partecipa all'incontro con Papa Giovanni Paolo II a Piazza San Pietro, in occasione del 30ennale della fondazione dell'AGESCI.
2010: in occasione dei 50 anni di attività continuative, il Gruppo ha organizzato una serie di manifestazioni e prodotto alcuni sussidi a ricordo. Di seguito l'elenco:
- Una mostra fotografica della durata di 2 settimane
- Un annullo filatelico (con la collaborazione di Poste Italiane)
- Una giornata dedicata a tutti i vecchi scout del gruppo, cui sono stati invitati anche altri gruppi scout, con consegna del fazzolettone del 50enario (realizzato dall'unione di quello attuale e quello degli inizi delle attività negli anni '50)
- Intitolazione a Robert Baden-Powell dei giardini del Tempietto di Santa Barbara
- DVD multimediale e Libro fotografico con immagini dal 1950 ad oggi
2011: il Reparto di Colleferro partecipa al Campo Regionale per le squadriglie ai Prati di Campoli (vicino Veroli -FR-)
2014: per la prima volta viene chiuso il Reparto, per puntare alla formazione dei Capi, mantenendo solamente il Branco aperto

2015: vengono riaperte tutte le branche e si cambia dalla consueta riunione del sabato pomeriggio a quella della domenica mattina

Un fazzolettone dei colori del nostro gruppo

Ultima modifica il Sabato, 17 Ottobre 2015 23:36

Altro in questa categoria:

Torna su