In ricordo di Daniele

Di seguito un ricordo del nostro fratello Daniele, prematuramente scomparso, nelle parole sue e del suo Capo Clan.

26/08/2003 1.50 AM
LETTERA DI PARTENZA


Cari ragazzi, questa mia per dimostrarvi, seppure ce ne fosse il bisogno, che tutte le cose belle hanno un termine. Ed infatti sono giunto ad un'altra svolta del mio lungo cammino scout, trovandomi a lasciare il clan, una comunità che nel corso degli anni è stata per me una vera e propria scuola di vita e che, come dico spesso, ha fatto di me l'uomo che sono.
Come un film vedo scorrere davanti a me tutti i momenti più belli di questi cinque anni, dal freddo polare di Picinisco alle incantevoli montagne della Val Gardena, dalla prima route vera e propria conclusasi all'Acero all'esperienza irripetibile della Giornata Mondale della Gioventù, dal servizio al campo di reparto alla trasferta estiva in Sardegna, dalla neve di Morino alla route in extremis sui Monti Simbruini, dall'ultimo campo invernale a Sgurgola fino all'odierna route sul lago di Garda. Un lungo elenco di avventure, dalle quali ho potuto trarre innumerevoli spunti di riflessione, che poi si riconducono quasi per intero ai tre cardini fondamentali del Clan: Strada Comunità e Servizio.
Della strada forse, dopo gli ultimi accadimenti, crederete di aver già visto e provato tutto, ma mi auguro che non sia per voi così, poiché la strada ha sempre tanto da insegnare, e noi tanto da imparare. Ho appreso che la stanchezza è la nostra compagna immancabile, ma che proprio quest'ultima, quando lo zaino sembra farsi più pesante e le forze paiono mancare, ci spinge a superare limiti fisici e psicologici che consideravamo insormontabili. È proprio lungo la strada, nei momento di maggiore difficoltà, che emergono la vera solidarietà e la vera condivisione, quando la mano di un tuo amico è pronta a sorreggerti nel caso di un passo falso. Sappiate amare la strada, e lei vi ricambierà. Ricordate che "La route entra dai piedi".
Per quanto riguarda la comunità, provate a pensare a cosa sarebbero tutte le vostre avventure se non ci fosse stato qualcun altro con cui condividerle... il clan si fonda sulla Comunità, e la stessa Comunità trova il suo significato nel Clan.
In ultimo il Servizio. Il motto del Clan, non a caso, è "Servire". Dovremmo essere tutti più attivi nel Servizio, con la consapevolezza che non sempre otterremo gratificazione, sapendo però che è dando che si riceve.
È con questi insegnamenti dunque che lascio alle spalle cinque anni di Nov./Clan, caratterizzati da alti e bassi, ma comunque da un'assidua presenza che testimonia quanto io sia legato a questo gruppo. Spero di me rimanga qualcosa da ricordare: la mia pignoleria, il lancio dei sassi, la macchina in panne sulla cima della montagna... mi piacerebbe che si ricordasse anche altro di me, ma io sono una persona silenziosa, che non sta mai al centro dell'attenzione. È il mio modo di essere: meglio il silenzio di cento parole inutili... adoro il silenzio!
Vorrei farvi notare un ultimo fatto singolare: domenica sera ho pianto. Francamente, è molto raro che succeda. Prima di domenica, piansi quattro anni fa, mentre mi trovavo alla prima route estiva in Val Gardena. Ringrazio chi mi consolò allora e chi l'ha fatto pochi giorni fa. Non considero una coincidenza il fatto che sia successo alla mia prima route e all'ultima; i due pianti, seppure diversi tra loro, resteranno sempre in me, specie l'ultimo, scaturito dalla fatica ma alimentato da un turbinio di ricordi e sentimenti. Senza saperlo, piansi per l'inizio di un avventura ed ho pianto per la fine di un avventura.
Sono questi stessi ricordi che mi danno la forza per andare avanti nella mia strada verso il servizio, pur guardando al passato con un pizzico di nostalgia.
Credo di aver detto tutto ciò che avevo da dire, eccezion fatta per... Buona Strada!

Finita di scrivere alle ore 4.30 AM


12/05/2011 2.50 PM...

...Come era pignolo ma allo stesso tempo una persona umile il nostro Daniele! L'unico che ha segnato anche l'orario di inizio e fine della sua lettera della Partenza! Piccoli dettagli.. che però racchiudono al loro interno, un senso profondo della vita!! Una Partenza che ha segnato non solo il loro cammino, ma anche il mio... allora Capo Clan... adesso Capo Gruppo ma mai veramente pronto come in realtà dovremmo essere a tutto quello che la vita ci riserva!
Nonostante il dolore, ho trovato il coraggio per riaprire i cassetti della mia vita scout, e cercare quello che sicuramente avrebbe descritto meglio il saluto di Daniele: "Cari ragazzi, questa mia per dimostrarvi, seppure ce ne fosse il bisogno, che tutte le cose belle hanno un termine..." (Cit. Daniele, Lettera della Partenza)
Come Daniele, non butto niente... conservo tutto quello che mi passa davanti! Con il tempo tutto può acquistare valore... perché in quel momento è fin troppo difficile da interpretare. Un valore inestimabile la sua testimonianza il giorno della Partenza... Un cammino durato anni.. che porta a delle parole così belle! Un pensiero rivolto sempre agli altri... ai suoi amici, ai suoi cari! Una fonte continua di consiglio... vi assicuro consigli veri, basati sulla sua esperienza! Mai superficiale... sempre attento ai particolari, ma alla ricerca continua del senso in ogni cosa, per cui si potesse dire: "e allora ne vale proprio la pena..."! E poi la sua umiltà nel descrivere i momenti più deboli...
Ho la mente veramente piena di ricordi... sia dentro al gruppo scout che dentro la società sportiva, dove abbiamo condiviso la nostra passione per il tennistavolo, tra l'altro iniziata per caso dopo una notte insonne a giocare l'ultimo giorno della route sui Monti Simbruini! Quel luogo l'avevamo trovato insieme, non sapevamo dove andare a dormire!... e da lì passo dopo passo ancora una volta Daniele ha saputo testimoniare i valori in cui credeva, mettendosi al servizio di tutti i nuovi arrivati, trasferendo loro con pazienza tutto quello che aveva imparato dalla esperienza scout e nello sport!
È con queste poche righe che mi unisco in preghiera a nome di tutto il gruppo Scout AGESCI Colleferro 1 alla sua famiglia, che da anni con serenità e dolcezza dona il proprio tempo con spirito di servizio per educare tutti i fratellini e le sorelline più piccoli...
Ciao Daniele!

P.

12 maggio 2011 4.32 PM

Ultima modifica il Giovedì, 04 Giugno 2015 20:33

Altro in questa categoria:

Torna su